Che la sfida di Giovinazzo non sarebbe stata facile lo si sapeva da tempo. Storicamente infatti, le baresi e la Nelly Volley hanno sempre dato vita a match appassionati ma, questa volta, le biancazzurre hanno portato a termine una gara sottotono, consentendo alle giovanissime locali di riaprire la serie.

Partenza col freno a mano tiratissimo per Scuro e compagne(privata dall’assenza per infortunio di Di Sibio ndr) che subiscono un break pesante di 9-2. Coach Lombardi prova a scuotere le sue con un time-out, ma Giovinazzo mantiene saldamente le redini del primo set che termina, nonostante un timido ritorno delle barlettane, sul 25-19. Nella ripresa ci si attende una Nelly Volley diversa dal punto di vista dell’atteggiamento e così sembra. Gli attacchi di Scuro e Massaro infatti scardinano la resistenza delle rossoblu e valgono la parità grazie ad un incoraggiante 17-25. Tornato l’entusiasmo, con la spinta fondamentale del numeroso pubblico barlettano, le biancazzurre partono bene anche nel terzo set, ma subiscono sin da subito l’immediato ritorno del Giovinazzo. Si gioca punto a punto, poi qualche errore di troppo nel servizio spiana la strada per il nuovo vantaggio locale: 25-23. La serata negativa della Nelly alla battuta prosegue anche nel quarto set, in cui viene dilapidato un break considerevole di +4 sul 14-18. Le ragazze di Pippo Lombardi non sembrano assolutamente in serata e Giovinazzo ne approfitta, chiudendo, dopo un continuo botta e risposta, sul 33-31. Onore alla giovanissima formazione barese che ha meritato il successo, ma la sensazione è che il team barlettano non abbia mai iniziato a giocare la sua vera pallavolo.

Nulla è però perduto, tutto è ancora in mano alla Nelly Volley, che sabato si giocherà la “bella” in casa al “PalaMarchiselli”: in palio un posto nella finalissima per la Serie C.

UFFICIO STAMPA ASD NELLY VOLLEY